Russia Oggi Russia Oggi: Notizie dalla Russia!Russia Oggi
Russia Oggi > Forum Russia-Italia > Non classificati

Italiano tipico. Com'e?

RSS
Autore
Giorno e Ora
Messaggio Operazioni
Carlo Candida
male
ccandida@inwind.it
Carlo Leopoldo

"La generalizzazione è un processo mediante il quale un elemento del nostro modello del mondo giunge a rappresentare un'intera categoria di cui esso è soltanto un esemplare. Questo ci dà la certezza che ... quando ci troviamo di fronte ad una porta, a una qualsiasi porta come ogni altra, anche se non l'abbiamo mai vista prima ci basiamo sull'assunto che potremmo aprirla con lo stesso procedimento che abbiamo già usato altre volte. "
(I modelli della tecnica ipnotica - Bandler & Grinder -)

Credo che su questo sito di generalizzazioni se ne facciano purtroppo molte e senza motivo. Cordiali saluti.
Джорджо Рианна
male
giorgiorianna@tiscali.it
Giorgiorianna

Carlo Leopoldo:
"La generalizzazione è un processo mediante il quale un elemento del nostro modello del mondo giunge a rappresentare un'intera categoria di cui esso è soltanto un esemplare. Questo ci dà la certezza che ... quando ci troviamo di fronte ad una porta, a una qualsiasi porta come ogni altra, anche se non l'abbiamo mai vista prima ci basiamo sull'assunto che potremmo aprirla con lo stesso procedimento che abbiamo già usato altre volte. " (I modelli della tecnica ipnotica - Bandler & Grinder -) Credo che su questo sito di generalizzazioni se ne facciano purtroppo molte e senza motivo. Cordiali saluti.

thumbs_upthumbs_upthumbs_up
Gino Pilota
male
calzo_it@yahoo.it
Dominedio

Angelok112:
Il risultato - purtroppo - e`che abbiamo un tasso di ignoranza e di bassissima scolarizzazione che ci pone addirittura dietro agli U.S.A. Siamo i-g-n-o-r-a-n-t-i e non ce ne frega niente di esserlo...forse gli italioti non se ne rendono neanche conto...in effetti bisogna essere molto intelligenti per rendersi conto di essere stupidi, e il paradosso e`irrisolvibile. La nostra abissale ignoranza e`uno dei motivi a causa dei quali molto spesso falliscono i matrimoni con donne ex-cccp...in genere costoro sono piu`istruite, dedite alla lettura (ohibo`, che significa?) e addirittura vanno a Teatro! I DATI DELL'ANALFABETISMO OGGI IN ITALIA Tra il 20% e il 25% degli studenti che oggi in Italia escono dalla scuola media inferiore non sa leggere o scrivere. Su circa 57 milioni di Italiani poco più di 3.500.000 sono forniti di laurea, 14.000.000 di titolo medio superiore, 16.500.000 di scuola media e ben 22.500.000 sono privi di titoli di studio o possiedono, al massimo, la licenza elementare. In percentuale, il 39,2% dei nostri concittadini sono fuori della Costituzione che, come si sa, prevede l'obbligo del possesso di almeno otto anni di scolarità. Il 33% della popolazione (7,5% di laureati e 25,85% di diplomati) è in grado di affrontare le sfide della società contemporanea in quanto ha la formazione di base necessaria. Il 66% (30,12% con licenza media, 36,52% con semplice licenza elementare) dispone di una formazione insufficiente per partecipare informata allo sviluppo della società della conoscenza. Si tratta di 36 milioni di italiani da considerare analfabeti totali, semi-analfabeti o analfabeti di ritorno, comunque non in grado di affacciarsi sul mondo del lavoro e difendersi di fronte ai continui cambiamenti che lo hanno investito. Secondo dati pubblicati nel 2005, quasi sei milioni di italiani sono totalmente analfabeti. Rappresentano il 12% della popolazione contro il 7,5% dei laureati. L'Italia è fanalino di coda tra i fra i 30 Paesi più istruiti. Solo il Portogallo e il Messico hanno un tasso più elevato. Senza alcun titolo di studio (o in possesso della sola licenza elementare) è invece il 36,52% della popolazione, circa 20 milioni sui 53 censiti nel 2001. Questa popolazione è considerata come ana-alfabeta, cioè del tutto analfabeta o appena alfabeta. Questa situazione è stazionaria da 10 anni. La situazione è più grave dal centro fino al sud e alle isole. Basilicata, Calabria, Molise, Sicilia, Puglia, Abruzzo, Campania, Sardegna, Umbria sono regioni con una popolazione analfabeta, senza alcun titolo di studio, che supera l'8%. A Catania gli analfabeti raggiungono l'8,4%, ma anche a Palermo, Bari e Napoli si ritrovano percentuali di poco inferiori. Interessante notare come alcune di queste regioni hanno un alto tasso di laureati (la Calabria ha più laureati della Lombardia e del Piemonte). E SE LEGGETE QUI E`ANCORA P-E-G-G-I-O...e si capisce per quale motivo da 16 anni gli italioti amano e votano berlusconi... http://internazionale.it/firme/articolo.php?id=186... Povera Italia...io sono pessimista...non vedo vie d`uscita.

thumbs_upthumbs_upthumbs_upda daugavpils dove sono con il web, non posso che confermare caro angelok,brillante intervento!

specialmente nella parte dei votanti per berlusconi, pseudo carfagna o corona.tuttavia, mi permetto di aggiungere, che purtroppo la standardizzazione dei processi produttivi, sta portando a questo, oltre alla miopia di una classe dirigente italiana, alquanto assurda, non si capisce, perche' se ti sei laureato in irlanda, (e ho seri dubbi sulla qualita' delle universita' irlandesi), un call center internazionale, ti assume direttamente come capoufficio,e in italia no. Conosco persone che perche' laureati in uk, sono entrati direttamente come quadri in azienda, e ti assicuro, che ne sanno meno di molti laureati italiani, ma iniziano a imparargli a comandare, prima le funzioni piu' semplici, e poi quelle piu' complicate, in italia, nessuno lo fa'. Un dirigente inglese mi disse: se non siete disposti ad assumere un vostro laureato direttamente in una posizione di comando, perche' lo dovremmo fare noi?
E ti assicuro, che in funzioni come contabilità fornitori, controllo fatturazione, o recupero crediti, un laureato di una universita' italiana, potrebbe iniziare da capo senza problemi, perche' sono settori in cui e' inutile l'esperienza
e
Gino Pilota
male
calzo_it@yahoo.it
Dominedio

Dominedio:
thumbs_upthumbs_upthumbs_upda daugavpils dove sono con il web, non posso che confermare caro angelok,brillante intervento! specialmente nella parte dei votanti per berlusconi, pseudo carfagna o corona.tuttavia, mi permetto di aggiungere, che purtroppo la standardizzazione dei processi produttivi, sta portando a questo, oltre alla miopia di una classe dirigente italiana, alquanto assurda, non si capisce, perche' se ti sei laureato in irlanda, (e ho seri dubbi sulla qualita' delle universita' irlandesi), un call center internazionale, ti assume direttamente come capoufficio,e in italia no. Conosco persone che perche' laureati in uk, sono entrati direttamente come quadri in azienda, e ti assicuro, che ne sanno meno di molti laureati italiani, ma iniziano a imparargli a comandare, prima le funzioni piu' semplici, e poi quelle piu' complicate, in italia, nessuno lo fa'. Un dirigente inglese mi disse: se non siete disposti ad assumere un vostro laureato direttamente in una posizione di comando, perche' lo dovremmo fare noi? E ti assicuro, che in funzioni come contabilità fornitori, controllo fatturazione, o recupero crediti, un laureato di una universita' italiana, potrebbe iniziare da capo senza problemi, perche' sono settori in cui e' inutile l'esperienza e

questo contribuisce a un appiattimento, che porta di fatto a far considerare l'istruzione inutile!

purtroppo si riscontra in misura maggiore in italia, perche' c'e' la cultura del far gavetta, e in molti settori far gavetta non serve, special modo nell'amministrazione, molti di questi giovani ragazzi sono i fratelli minori della mia generazione, che hanno visto i fratelli maggiori, annaspare per un contratto, nonostante, laurea in un soggetto difficile a pieni voti e in tempo, mentre l'ignorante corona e' fatto modello e la zoccola carfagna e' al centro. La colpa di questo e' solo della nostra imprenditoria, che impone a laureati qualificati di fare call center, sono per giostrarsi i posti con la politica!
Se ci fosse un imprenditore grande serio in italia, inizierebbe ad assumere laureati per comandare funzioni anche senza esperienza, come contabilita' clienti, o supporto tecnico, ma se la indesit da grande societa' riduce centri di potere ,e ne ha 1/3 della hertz, nonostante la hertz sia piu' piccola, cio' significa che nessun imprenditore, ha interesse a creare personale, in grado di assumere la leadership!

se f
Olena Arnalyuk
female
olenaarnalyuk@yahoo.it
Wiktoria

Wiktoria:
Se volessimo parlare di un italiano medio,specialmente in paragone con un russo o ucraino medio ... italiano è + educato + sa dare pretendere rispetto + molto buono e umano + civile + pulito e preciso nel modo di vestirsi + solare + creativo

Sicuramente le mie parole scritte prima erano troppo affrettate. Dico cosi perche recentemente ho scoperto un' altra parte del carattere - capacità di riunirsi in un branco e tutti insieme, assettati di sangue, attacare la persona l'unica colpa di quale è essere diversa. Dalla recente esperienza abbiamo visto che solo Gio' e Andrea (che erano intervenuti per avvisare i nuovi lettori del Forum che in un certo topik stavamo scrivendo le cose poco seri, al livello di un divertimento) sono rimasti normali. Tutti altri intervenuti sono arrivati ai insulti pesanti e parolacce brutte tale quale famosa Ioanna.Meno male che non è più concesso a brucare dal vivo , che qui per pensare diversamente ti ritrovi la fine di Giordano Bruno. Però trovarsi d'avanti tanti italiani a livello di Ioanna mi ha shoccato tantissimo. Ma può essere che in 9 anni ho incontrato solo la gente educata e adesso...mah.. per lavoro sto in contatto con tantissime persone dei diversi strati sociali, in più stando nel mondo di affari si sa che nessuno non guarda in faccia a nessuno, quando si tratta di soldi le persone mostrano il lato più aggressivo, però anche nelle situazioni più complesse la cosa peggiore che mi è capitato sentire era "ma va va.."
Al inizio pensavo che fosse "l'effetto dello schermo" quando le persone incoraggiate dalla protezione/anonimato mostrano la vera faccia... però questo ridava tanto di falsità , e non mi sembra una vera caratteristica perché ogni giorno incontro le persone dirette e oneste. Solo dopo mi alcuni giorni mi simbra di aver trovato la spiegazione: forse le frase realistiche frantumano i sogni
"In un paese lontano lontano c'è la principessa che aspetta proprio lui..."
Perciò i primi 4 punti vanno sostituiti da uno solo
*Difende suo sogno personale oltre ogni limite di educazione, cultura ed umanità.
Giovannone Giovannone
notdefinite
barabba.furlan@email.it
Giovannone1

Wiktoria il nostro paese ha molti tratti conservativi e bigotti, nel thread del russo che paga sempre da bere sei stata molto schietta e a mio modo di vedere hai espresso i motivi che spesso motivano una donna a fare cose difficilmente capibili per un uomo (specie italiano) e per i nostri costumi. Nonostante per me siano dei sentimenti che tutti nella vita hanno provato/vissuto/conoscono bene parlarne con troppa disinvoltura crea sentimenti di disgusto, riprovevolezza, dissociazione, condanna. Specie nelle donne si crea quel sentimento di "generalizzare" e si sentono coinvolte anche loro stesse (in quanto donna), addossate della "stessa colpa", così gli animi si infervorano e si schierano dalla parte dela "massa" che condanna la mancanza di buoncostume.
Non ce l'ho con nessuno sia chiaro, volevo solo evidenziare questo aspetto. A me questi comportamenti hanno stufato moltissimo, scommetto che in Russia se ne sbatterebbero tutti le p. di ste cose, e tutti sceglierebbero con chi vivere senza tanti problemi o chiacchiericci.

Ti consiglio di vedere Malena, un gran film costruito sulla base di questo "costume".
Gino Pilota
male
calzo_it@yahoo.it
Dominedio

Giovannone1:
Wiktoria il nostro paese ha molti tratti conservativi e bigotti, nel thread del russo che paga sempre da bere sei stata molto schietta e a mio modo di vedere hai espresso i motivi che spesso motivano una donna a fare cose difficilmente capibili per un uomo (specie italiano) e per i nostri costumi. Nonostante per me siano dei sentimenti che tutti nella vita hanno provato/vissuto/conoscono bene parlarne con troppa disinvoltura crea sentimenti di disgusto, riprovevolezza, dissociazione, condanna. Specie nelle donne si crea quel sentimento di "generalizzare" e si sentono coinvolte anche loro stesse (in quanto donna), addossate della "stessa colpa", così gli animi si infervorano e si schierano dalla parte dela "massa" che condanna la mancanza di buoncostume. Non ce l'ho con nessuno sia chiaro, volevo solo evidenziare questo aspetto. A me questi comportamenti hanno stufato moltissimo, scommetto che in Russia se ne sbatterebbero tutti le p. di ste cose, e tutti sceglierebbero con chi vivere senza tanti problemi o chiacchiericci. Ti consiglio di vedere Malena, un gran film costruito sulla base di questo "costume".

la verita' e' che tutto il mondo e' paese...esistono brave persone e cattive ovunque...educati e maleducati ovunque, e poi alla fin fine , nel centro sud italia, non e' che sia tanto diverso.
Ma wictoria mi togli una curiosita' , perche' i russi dicono :" quando sono nati gli ucraini e gli armeni, gli ebrei hanno iniziato a piangere ? "

sono curiososmile_teeth toglici questa curiosita'.

La mia pseduo zia non me l'ha mai voluto spiegare .
Olena Arnalyuk
female
olenaarnalyuk@yahoo.it
Wiktoria

Non so precisamente,ma una mia parte piange e l'altra ride ,perche (ti confesso u segreto) mio cognome da parte di mia mamma è Goldstein , e da parte del papà , pari pari a Shevchenko, non posso dire più preciso quale perché l'ho sto usando anche adesso))).
Gino Pilota
male
calzo_it@yahoo.it
Dominedio

Wiktoria:
Non so precisamente,ma una mia parte piange e l'altra ride ,perche (ti confesso u segreto) mio cognome da parte di mia mamma è Goldstein , e da parte del papà , pari pari a Shevchenko, non posso dire più preciso quale perché l'ho sto usando anche adesso))).

allora potresti affermare per esperienza diretta se e' vero o no, se tua madre e' goldstein, tuo padre e' shevchenko potresti risolvere l'arcano e' dirci :" no mia madre, non ha mai pianto" hahahahah.
Rita Colarossi
female
aiko_shin@msn.com
Lyubovnitza

Io sono italiana, fidanzata con un uomo dell'Est che fra l'altro ha 15 anni in più. Io sono nata nell'Italia completamente occidentalizzata, lui in URSS. Con la nostra differenza di età e di cultura dovrebbero esserci 1000 problemi e invece... andiamo d'amore e d'accordo, come non mi era mai capitato con i precedenti ragazzi italiani. Secondo me i ragazzi slavi stanno una spanna sopra, scusate ma è così. Sono più mascolini e allo stesso tempo più galanti. L'unica cosa per me strana - ma in senso positivo - era che lui vuole pagare sempre tutto. Io insisto per fare a metà o per offrire, ma ci riesco solo se l'importo è basso. Se andiamo a cena fuori si impone di pagare sempre lui. Anche il mio ex italiano pagava, ma se dicevo di fare a metà accettava senza storie. Poi nei modi di fare, nell'atteggiamento, sono più rispettosi e signorili.
E' vero che si vestono maluccio, ma su questo gli sto dando qualche consiglio. Il vestirsi male è rimediabile e poi non è un criterio intelligente per selezionare un uomo. Ma che sia gentiluomo, serio e sincero sono criteri importanti. Vorrei solo sapere dalle donne dell'Est se gli uomini di lì sono fedeli o se devo tenere gli occhi aperti. Non che non mi fidi, ma è la mia prima storia seria con uno straniero. Grazie.

Link correlati Per Italianitz: CONGRATULAZIONI!!!!!