Russia Oggi Russia Oggi: Notizie dalla Russia!Russia Oggi
Russia Oggi > Forum Russia-Italia > Destinazioni > Ucraina

Provocazioni occidentali contro la Russia

RSS
Autore
Giorno e Ora
Messaggio Operazioni
Federico P.
male
eomer75@davide.it
Eomer75

Lunedi un buyu del dojo che frequento era turbato dal fatto che io avessi dato la mia partecipazione alla "terza guerra mondiale".
In realtà si riferiva a questo: https://www.facebook.com/events/777167622372040
Una conferenza di Massimo Introvigne, autorevole studioso di fenomeni religiosi, a cui non potrò andare.
Però la cosa mi ha messo in moto le rotelle del cervello.
Ma l'evento "Terza guerra mondiale" perchè non lo pubblico?

Ad essere realisti metterei la data si e non nel 2015, e non per scaramanzia. La situazione in ucraina è "sotto controllo". Peccato per i morti, che si potrebbero evitare mettendosi d'accordo. Il fatto è che gli USA se si mettono d'accordo con chi gli ha bloccato l'attacco alla Siria nel 2013, ci perdono la faccia.

L'Inghilterra invece manda 75 suoi militari ad addestrare l'esercito ucraino. Ora non è che ciò basta a cambiare le sorti dell'ennesima guerra scatenata dall'occidente e persa. Ma è una bella provocazione anche questa.

Ma a farci sognare ci pensano in Lettonia, dove organizzano una bella parata militare in una città di confine a maggioranza russa.

http://www.washingtonpost.com/blogs/worldviews/wp/...

Giorni addietro il ministro della difesa britannico ha dichiarato che la Nato deve prepararsi ad un'attacco russo ai paesi baltici, che della Nato fanno parte. Si pensa alla Russia che fomenta una rivolta dei russi in questi paesi.

Ora non so se l'FSB (il servizio segreto russo) sta fomentando la rivolta, però mi sembra che il governo lettone la stia provocando.

Se disgraziatamente ci riescono (Dio non voglia), non credo che la guerra civile nelle repubbliche baltiche causerà l'attivazione dell'articolo 5 dell'articolo 5 del Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico.
Nell'ovest europa e negli USA le tensioni sociali non richiedono ancora di andare in guerra per farle sfogare verso l'esterno. Non siamo ancora messi come la Grecia.

Comunque in questi giorni penso se pubblicare o meno l'evento "Terza guerra mondiale". Se lo faccio lo fisso per il 26 maggio 2025, giorno del mio cinquantesimo compleanno*.

Comunque si accettano consigli.

* se ci arrivo.
Gino Pilota
male
calzo_it@yahoo.it
Dominedio

Eomer75:
Lunedi un buyu del dojo che frequento era turbato dal fatto che io avessi dato la mia partecipazione alla "terza guerra mondiale".
In realtà si riferiva a questo: https://www.facebook.com/events/777167622372040
Una conferenza di Massimo Introvigne, autorevole studioso di fenomeni religiosi, a cui non potrò andare.
Però la cosa mi ha messo in moto le rotelle del cervello.
Ma l'evento "Terza guerra mondiale" perchè non lo pubblico?

Ad essere realisti metterei la data si e non nel 2015, e non per scaramanzia. La situazione in ucraina è "sotto controllo". Peccato per i morti, che si potrebbero evitare mettendosi d'accordo. Il fatto è che gli USA se si mettono d'accordo con chi gli ha bloccato l'attacco alla Siria nel 2013, ci perdono la faccia.

L'Inghilterra invece manda 75 suoi militari ad addestrare l'esercito ucraino. Ora non è che ciò basta a cambiare le sorti dell'ennesima guerra scatenata dall'occidente e persa. Ma è una bella provocazione anche questa.

Ma a farci sognare ci pensano in Lettonia, dove organizzano una bella parata militare in una città di confine a maggioranza russa.

http://www.washingtonpost.com/blogs/worldviews/wp/...

Giorni addietro il ministro della difesa britannico ha dichiarato che la Nato deve prepararsi ad un'attacco russo ai paesi baltici, che della Nato fanno parte. Si pensa alla Russia che fomenta una rivolta dei russi in questi paesi.

Ora non so se l'FSB (il servizio segreto russo) sta fomentando la rivolta, però mi sembra che il governo lettone la stia provocando.

Se disgraziatamente ci riescono (Dio non voglia), non credo che la guerra civile nelle repubbliche baltiche causerà l'attivazione dell'articolo 5 dell'articolo 5 del Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico.
Nell'ovest europa e negli USA le tensioni sociali non richiedono ancora di andare in guerra per farle sfogare verso l'esterno. Non siamo ancora messi come la Grecia.

Comunque in questi giorni penso se pubblicare o meno l'evento "Terza guerra mondiale". Se lo faccio lo fisso per il 26 maggio 2025, giorno del mio cinquantesimo compleanno*.

Comunque si accettano consigli.

* se ci arrivo.
fallo :)

comunque nel baltico non ci sara' nessuna rivolta filorussa, i giovani sono tutti fuori, i vecchi sono gli unici rimasti in lettonia